Tre lezioni sulla dignità della vita umana

Robert Spaemann

Collana Biblioteca

  • Pubblicazione: 3 maggio 2018
  • Pagine: 72
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788867089208
  • Traduzione: Giuliana Lupi
  • Prefazione: David L. Schindler
VERSIONE CARTACEA
  • prezzo: € 12,50
    - Sconto 15%: € 10,63
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €
La versione cartacea di questo libro non è al momento disponibile sul nostro store.

Il libro

Che cosa rende ogni essere umano unico e irripetibile?
Che cosa gli appartiene così intrinsecamente che niente e nessuno potrà mai strapparglielo?
Che cos’è e come può essere definita la dignità di una persona?
Esiste una morte «dignitosa»?

Intorno a queste e ad altre domande sulla vita umana, la modernità appare lontana dalla religione, quando non in aperto dissidio con la sua morale. Eppure, scrive Spaemann, «la dignità non è una qualità biologica dell’uomo. La dignità è il fondamento dell’uomo, spiega l’esistenza di diritti e doveri, della libertà e della responsabilità. La dignità ha in sé qualcosa di trascendente, di sacro, di religioso, perché solo “rappresentando” l’Assoluto l’essere umano possiede ciò che chiamiamo “dignità”».

Dal «diritto» di morire all’esistenza dell’anima, dal legame dell’amicizia alla dimensione della felicità, dall’amore alla sessualità, Spaemann sottopone la modernità a una critica paziente, stimolante, costruttiva, andando al fondo della ricerca di senso che tocca tutti noi, con un linguaggio di encomiabile limpidezza.

Nella stessa collana

Amore e obbedienza in filosofia Paul K. Moser , Roberto Di Ceglie

Amore e obbedienza in filosofia

Stat Veritas Romano Amerio

Stat Veritas